Impianti in luoghi con pericolo di esplosione

Sono soggetti all’obbligo di denuncia le installazioni elettriche ubicate nei luoghi ove sono presenti atmosfere esplosive per la presenza di fluidi che determinano l’esistenza di zone 0 e 1 e di polveri che determinano l’esistenza di zone 20 e 21.

La messa in esercizio degli impianti in luoghi con pericolo di esplosione non può essere effettuata prima della verifica di conformità rilasciata dallo stesso installatore dell’impianto al datore di lavoro ai sensi della normativa vigente.  

Entro trenta giorni dalla messa in esercizio dell’impianto, il datore di lavoro deve inviare la dichiarazione di conformità all’INAIL territorialmente competente che effettuerà l’omologazione ai sensi del comma 4 dell’art.5 del DPR 462/01.

Durante il sopralluogo il tecnico verificatore acquisirà copia della stessa omologazione di cui sopra e procederà alle verifica periodica.

  

 

Commenti chiusi